Gli abitanti

santiago

Santiago

Tolto da una brutta situazione di maltrattamento e sequestro, Santiago ha ancora oggi atteggiamenti di sottomissione che ci stringono il cuore, ma ha imparato a fidarsi di noi che lo amiamo e rispettiamo.

bimba

Bimba

Bimba ha un passato difficile alle spalle, uscita a circa 6 anni dal canile, aveva un rapporto complicato soprattutto con i bambini. Oggi ha 9 anni, è una creatura dolcissima e adora giocare con il suo migliore amico Cuba.

cuba

Cuba

Caratterino tutto pepe, è stato adottato quando aveva appena due mesi e ha stravolto felicemente e meravigliosamente le nostre vite. Al Rifugio è il “controllore” e non gli sfugge nulla!

margherita

Margherita

La piccola Margherita! Pensate che lei era il primo premio di una lotteria, sarebbe stata consegnata al vincitore dopo essere stata uccisa, fatta a pezzi e messa dentro dei contenitori…….per poi essere mangiata…
e invece, grazie alla ragazza che ha vinto “il premio” è una sopravvissuta! Si, perchè Francesca, ci ha contattato e ci siamo subito attivati per andare nei pressi di Milano nell’allevamento intensivo per portare via Margherita dall’inferno. Lei è la prima a correrci incontro quando ci sente arrivare, che ci si butta in braccio appena ci stendiamo sull’erba, che ama annusare il folto pelo di Ferdinand e sdraiarsi accanto a lui, che adora i grattini sulla pancia…lei, che quando ci guardiamo negli occhi…sappiamo…

Margherita è stata adottata da Gianni P. e Sergi E.

ferdinad

Ferdinand

Anche Ferdinand è giunto al Rifugio molto piccolo, aveva ancora il cordone ombelicale attacato. Mancavano poche settimane a pasqua….
E’ stato salvato a pochi giorni dalla sua uccisione. E’ sì, sarebbe stato ucciso a soli 20 giorni perchè definito “da latte”, dopodichè non sarebbe stato più macellabile per il pranzo pasquale….
Ferdinand oggi gioca e corre felice al Rifugio, è bellissimo e maestoso, ha stretto un forte legame con Margherita con la quale divide il giaciglio.

Ferdinand è adottato a distanza da Eva Alivesi e Alona e Lucio Francisco.

shiva

Shiva

Shiva è stata portata al Rifugio ancora piccolissima, non si sa da dove sia arrivata, era sotto shock e per tre giorni non ha mangiato, facendoci temere il peggio! Poi finalmente, la voglia di vivere ha preso il sopravvento e si è ripresa benissimo. Shiva sarebbe sicuramente diventata una fattrice a cui sarebbero stati sottratti i figli per poi rubarle il latte a loro destinato, per farne formaggio… è una capretta molto sensibile e adora farsi gli estratti…si avete letto bene, è un’esperta! Prende le verdure e la frutta, si avvicina ad un muretto e comincia a strofinarle fino a far uscire il succo  le dà una gran soddisfazione!

Shiva è adottata a distanza da Irene La Rocca e Alona e Lucio Francisco.

ozzy(bassa-qual)

Ozzy

La nostra amata vecchietta, ha circa 12 anni e una storia che fa provare un grande senso di amarezza..dopo 9 anni di canile, una famiglia, dopo aver visto una sua foto su fb ha deciso di adottarla, Ozzy ha affrontato un lungo viaggio per arrivare da loro. Dopo pochi giorni la stessa famiglia ci ha ripensato e ha chiamato un rifugio per comunicare che non volevano più occuparsi di lei! Fortunatamente abbiamo saputo di questa situazione e da tre anni, Ozzy vive con noi.

pulce

Pulce

Pulce è stata abbandonata e trovata in una pineta, è una vecchietta, cieca e con un’insufficenza renale.
Se fosse rimasta ancora due o tre giorni in balia degli eventi, sarebbe morta! Adesso vive al Rifugio, dove ci prendiamo cura di lei, ogni giorno le facciamo flebo e ricostituenti per cercare di farle riprendere un pò di forze, è una gattina determinata e con una grande volontà.

 

Pulce non ha ancora un adottante, se vuoi essere tu, contattaci!

marley

Marley

Arrivato da lontano, salvato dalle mani del suo aguzzino, Marley oggi è un canino felice che manifesta la sua gioia ogni minuto della giornata.

lolita

Lolita

Lolita è arrivata al Rifugio denutrita e molto spaventata, è stata regalata quando era una cucciola ad una bambina, come se fosse un “giocattolo”.. e come a volte succede, i giocattoli vengono a noia, figuriamoci quando poi richiedono cure… Lolita (questo il suo nuovo nome) è stata confinata in un piccolissimo terreno isolato da casa e da lì è cominciato il suo calvario. Per fortuna, alcune persone che vivevano nello stesso paese si sono adoperate per portarle qualcosa da mangiare, ma non avendo accesso all’interno del terreno, non hanno potuto fare ciò che era necessario per lei. Ma si sono attivati per trovarle un’altra sistemazione e ci sono riusciti!! Lolita adesso vive al Rifugio Alma Libre in compagnia di amici e amiche che le vogliono molto bene e adora farsi i bagni di fango.

Lolita è adottata a distanza da Sergio F., Filippo M. e Alona e Lucio Francisco.

Vittorio - Rifugio Alma Libre

Vittorio

Vittorio ha un passato molto doloroso alle spalle. È stato sequestrato da una fattoria dove colui che gestiva il posto, gioiva nel torturare gli animali in ogni modo possibile.
A Vittorio sono state anche mutilate le orecchie, oltre ad aver passato chissà quali sofferenze, sia fisiche che psichiche.
Fortunatamente la vicenda è stata scoperta e si sono attivat* degli attivisti ed attiviste affinché il posto venisse posto sotto sequestro e gli animali sopravvissuti ( si sopravvissuti, perché alcuni di loro purtroppo non ce l’hanno fatta) trovassero una degna sistemazione.
Così è stato… e dopo un lungo periodo, Vittorio ha trovato casa presso il Rifugio Alma Libre.
È arrivato molto provato e spaventato, ma gli sono bastati pochi giorni per capire che finalmente la sua odissea era terminata. Ha osservato con interesse gli altri e le altre abitanti del Rifugio, umani e non umani, e ci ha fatto capire quando è arrivato il momento dell’accettazione reciproca. Benvenuto in famiglia Vittorio!

Vittorio è adottato a distanza da Alessandra Zanotto.

bruno

Bruno

Bruno, è arrivato al Rifugio in forte sovrappeso e con difficoltà motorie.
Era stato abbandonato da piccolo in un terreno disabitato senza che nessuno si prendesse cura di lui,gli venivano gettati solo sporadici sacchi di pane secco…
Bruno ha vissuto nella totale solitudine per circa due anni e la sua obesità ha fatto si che, l’eccesso di pelle coprisse totalmente i suoi occhi fino a non farlo vedere più! Appena abbiamo saputo di questa disperata situazione, ci siamo adoperat* affinchè Bruno venisse spostato da noi e così è stato! Oggi Bruno è leggermente dimagrito,ha ancora gli occhi coperti (stiamo valutando se sia fattibile fare un intervento per aiutarlo a vedere di nuovo) e non riesce a socializzare con nessun*.
Ha bisogno di molte attenzioni, ogni giorno prepariamo per lui un cibo speciale e lo dobbiamo separare dagli e dalle altr* per farlo mangiare in pace e con i suoi tempi.
Siamo sicur* che il tempo guarirà le sue ferite emotive, noi lo affiancheremo per sempre con tutta l’Amicizia di cui siamo capaci.”

Bruno è adottato a distanza da Claudia Storai e Annalisa Raffaelli.